Ricerca avanzata
Home Catalogo Pisa e la sua storia

Pisa e la sua storia

Vi proponiamo 223 libri

Il Teatro Rossi di Pisa
Autore:  Fabrizio Sainati, Ilario Luperini

Collana:  Mirabilia pisana (16)

Il Teatro Ernesto Rossi può considerarsi il primo vero teatro pubblico pisano. Inaugurato nel 1771, ha subito nei secoli varie modifiche, fino alla sua chiusura avvenuta nel 1966. Da allora non ha più riaperto i battenti, salvo rare, sporadiche occasioni in cui si è tentato di restituirlo alla ...


Lezioni sotto la Torre
Quando l'Università protesta

Autore:  AA.VV.
A cura di  M. Stampacchia, P. Della Posta, J. Munat, A.M. Rossi

Collana:  fuori collana (0)

Dal febbraio 2004 le Università italiane sono state investite da un ciclo di proteste senza precedenti nella storia recente. A Pisa moltissimi professori e ricercatori hanno tenuto lezioni sotto la Torre per opporsi al decreto Moratti sullo stato giuridico, e sensibilizzare l'opinione pubblica ...


La patria in marmo
I monumenti nazionali a Pisa

Autore:  Vinzia Fiorino, Stefano Renzoni

Collana:  Mirabilia pisana (15)

Raggiunta l'Unità d'Italia, le classi dirigenti s'impegnarono a fondo nella costruzione del nuovo Stato nazionale. Non solo. Esse dovettero anche infondere nelle popolazioni delle varie regioni il sentimento di appartenenza alla nuova Nazione. Bisognava, in sostanza, insegnare agli italiani a ...


Architetture Pisane 09_06
Palazzo Cevoli e le mura dipinte

Autore:  AA.VV.

Collana:  Architetture Pisane (9)

Argomenti del numero: Mura dipinte, Palazzo Cevoli, Palazzo Bertolli Carranza, Palazzo Mastiani Brunacci, Rassegna di architetture, Palazzo Barberini a Roma, Opinioni, libri, siti, eventi INFO: http://www.edizioniets.com/architetturepisane ...


Trasformazioni della società e mutamenti delle forme politiche in un Comune italiano: il Popolo a Pisa (1220-1330)
Autore:  Alma Poloni

Collana:  Studi Medioevali (9)

Il Duecento, per Pisa come per molti altri Comuni dell’Italia centro-settentrionale, fu un secolo di profondi rivolgimenti. All’inizio del Trecento la città si trovò con un ceto dirigente dalla fisionomia radicalmente rinnovata e una configurazione istituzionale che poco aveva a che fare con ...