Ricerca avanzata
Home Catalogo Pisa e la sua storia

Pisa e la sua storia

Vi proponiamo 205 libri

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Successiva
  • Ultima
  • pag 2/41

    Cascina. Le mura, la città, le chiese
    A cura di  Ilario Luperini

    Collana:  fuori collana (0)

    Una guida figlia di un lavoro di anni, dai risvolti didattici alla sperimentazione sul campo, alla ricerca documentaria, ai viaggi dietro le tracce iconografiche.

    L’incipit risale al 1974: uno studio interdisciplinare sul centro storico di Cascina svolto con una quarta classe del ...


    «Però mi fò molto coraggio»
    Pisa e la sua provincia nella Grande Guerra

    Autore:  Massimo Vitale

    Collana:  fuori collana (0)

    Alba del 24 maggio 1915. Dal forte Verena, altipiano di Asiago, parte il primo colpo di cannone della nostra guerra. Poco prima, sul fiume Judrio, i finanziari Carta e Dell’Acqua hanno scambiato le prime fucilate con una pattuglia austriaca e, a passo Zagradan, l’alpino Riccardo ...


    Cosimo I de’ Medici ed Eleonora de Toledo
    Vita coniugale a Pisa

    Autore:  Daniela Stiaffini

    Collana:  fuori collana (0)

    Daniela Stiaffini si è laureata in Lettere con una tesi in Storia Medievale presso l’Università di Pisa dove ha poi conseguito la Specializzazione in Archeologia Medievale e successivamente il Diploma in Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di ...


    Il Palazzo Gambacorti
    Autore:  Daniela Stiaffini, Cristina Cagianelli, Roberto Pasqualetti

    Collana:  mirabilia pisana (33)

    Voluto da Pietro Gambacorta con intento autocelebrativo, allo scopo di manifestare la raggiunta potenza economica e il prestigio sociale e politico della propria famiglia, il palazzo sul lungarno venne edificato fra gli anni Settanta e Ottanta del Trecento e costituisce ancora oggi una delle ...


    Il giardino di Varramista
    A cura di  Galileo Magnani

    Collana:  fuori collana (0)

    «Non vi sono che tre paesi nel mondo dove si possa vivere: Varramista, l’Inghilterra e Parigi», scriveva Gino Capponi nel 1820. Se per scoprire i secondi, l’esponente di spicco del moderatismo toscano si era dovuto incamminare verso terre lontane, per raggiungere invece il paese ...


  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • Successiva
  • Ultima
  • pag 2/41