Ricerca avanzata
Home Catalogo Cinema

Cinema

Vi proponiamo 111 libri

Introduzione a una sociologia del cinema
Autore:  Pierre Sorlin
Tradotto da  Chiara Tognolotti

Collana:  Vertigo. Percorsi nel cinema (9)

In che modo il cinema, da insieme di vedute animate destinate ai fotografi dilettanti, è arrivato ad essere, nel Ventesimo secolo, uno spettacolo universale, prodotto su scala internazionale e diffuso tra tutte le classi sociali? In che modo è riuscito a sopravvivere alla concorrenza di ...


Imperfezioni
Studi sulle donne nel cinema e nei media

A cura di  Lucia Cardone e Chiara Tognolotti

Collana:  FAScinA. Collana del forum delle Studiose di Cinema e Audiovisivi (2)

Luogo dello scarto e del ritardo, della mancata corrispondenza a modelli intesi come assoluti, l’imperfezione può diventare uno spazio di libertà dove elaborare pratiche impensate e impreviste, lontane dagli standard e fuori dal canone. A partire da questa idea di ...


UniversiCorti III
Raccontare la vecchiaia

Autore:  Paolo Biondi, Fabio Corsini, Flavia Monceri

Collana:  Sakura. Filosofie e societa' nei prodotti culturali (8)

Vecchiaia, anzianità, “terza età”: comunque la si chiami si tratta di una fase della vita che attualmente si preferisce dimenticare, perché legata a quell’idea di declino e di morte che si fa di tutto per rimuovere e rendere invisibile. Perciò ...


Un’archeologia del colore nel cinema italiano
Dal Technicolor ad Antonioni

Autore:  Federico Pierotti

Collana:  Vertigo. Percorsi nel cinema (8)

Il colore mantiene sempre un certo grado di inafferrabilità. Nonostante i tentativi di definirlo, misurarlo, studiarne la fisiologia e la percezione, esso non cessa di apparire come un oggetto scientificamente e culturalmente sfuggente. Il colore sembra possedere una qualità prelogica e ...


La donna visibile
Il cinema di Stefania Sandrelli

Autore:  Aa. Vv.
A cura di  Daniela Brogi

Collana:  Clockwork. Gente di cinema (8)

È in un senso duplice che Stefania Sandrelli può essere definita e considerata come “la donna visibile”: anzitutto per guardare alle qualità attoriali della sua interpretazione; al tempo stesso, l’espressione può essere usata per continuare a ...